Castello ducale di Agliè, una storia lunga sette secoli, che ha visto il passaggio di duchi, principi e re!

5 (100%) 1 vote

Una storia lunga sette secoli, che ha visto il passaggio di duchi, principi e re!

Esistono luoghi in Piemonte davvero sconosciuti al turismo Italiano che però hanno da mostrare delle bellezze invidiabili al resto del mondo!

E’ questo il caso di Agliè piccolo comune di soli 2600 abitanti a pochi Km da Torino , in cui possiamo visitare  il Castello Ducale di Aglié. Il castello di Agliè fa parte delle Residenze Sabaude del Piemonte. Si tratta di un edificio dallo stile architettonico abbastanza particolare in quanto somma di diversi stili che si sono succeduti nel corso dei secoli. La storia del Castello di Aglie ha inizio nel medioevo, a cui risale il primo nucleo della costruzione.

castello nel canaveseNel corso del ‘600 il Castello fu di proprietà di Filippo San Martino, consigliere di Cristina di Francia, il quale commissionò all’architetto Amedeo di Castellamonte diverse modifiche e aggiunte nella tenuta. Tra queste sue sono il rifacimento della facciata sul giardino, la costruzione di due gallerie ed il cortile del palazzo.

I Savoia acquistarono il castello nella seconda metà del ‘700 facendolo diventare tenuta reale. Commissionarono altre aggiunte e modifiche al castello, che vide in questi anni la costruzione degli appartamenti e della chiesa, collegata al palazzo attraverso una galleria a due piani.

Nel corso dell’800, dopo gli anni della dominazione napoleonica in cui il castello divenne un ricovero, la tenuta tornò nelle mani dei Savoia. Sotto il regno di Carlo Felice, il Castello di Aglié, subì una ristrutturazione importante degli arredi interni. Sempre nell’800 vennero poi costruiti il laghetto, il grande lago e le isole che cambiarono notevolmente l’aspetto esterno del palazzo.

Il Castello Ducale di Aglié, venduto allo Stato Italiano nel 1939 dal Duca Tommaso di Savoia-Genova, è oggi aperto al pubblico e visitabile.

Il Castello di Aglié nei suoi interni, ha bellezze architettoniche, arredamenti originali,  numerosi quadri,  affreschi, reperti archeologici e splendidi giardini pieni di alberi secolari e serre, testimonia oltre 7 secoli di storia d’Italia e d’Europa. È un gioiello assolutamente da non perdere nel tuo viaggio in Piemonte.

Una piccola curiosità: il castello di Aglié, per il suo fascino romantico e la sua bellezza d’altri tempi, è stato scelto come set di alcune serie televisive come Elisa di Rivombrosa, La Bella e la Bestia e Maria José.

Castello Ducale di Agliè visite

Indirizzo:
Piazza Castello, 1 – 10011 Agliè (Torino)

Orari Castello:
martedì dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
mercoledì dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
giovedì dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
venerdì dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
sabato dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
domenica dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
chiuso dal lunedì

Tariffe:

Castello 4 €
Cucine 4 €
Ridotto 2 € per i ragazzi dai 18 ai 25 anni

Giardino e parco 3 €
Ridotto 1,50 € per i ragazzi dai 18 ai 25 anni
Il parco è attualmente chiuso al pubblico

Giardino 2 €
Ridotto 1 € Euro per i ragazzi dai 18 ai 25 anni

Visitare il Castello Ducale di Agliè è gratuito la prima domenica del mese, per i minori di 18 anni e i titolari dell’Abbonamento Musei e Torino+Piemonte Card

Attenzione: i giorni e gli orari possono variare a seconda della stagione, per questo vi consigliamo, prima di programmare la visita al Castello di Aglié, di consultare il sito ufficiale oppure telefonare al numero 0124 330102.

Castello di Aglié come arrivare?

Come già detto in precedenze il comune è davvero molto piccolo e poco conosciuto la strada migliore se arrivate da Torino è prendere  la Tangenziale Torino Nord, poi la superstrada per Caselle, prendete poi l’Uscita 3 (Rivarolo – Gran Paradiso), poi la S.S. 460 fino a Feletto e da lì seguite le indicazioni per Aglié.

Se arrivate invece da Ivrea  seguite la strada statale per Castellamonte e da li troverete i cartelli direzione Agliè.

Insomma non è poi così difficile arrivare al Castello Ducale di Aglie e credetemi la visita ne varrà davvero la pena 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *