Lago di Mergozzo uno zaffiro blu nel cuore della Val d’Ossola

5 (100%) 1 vote

Anticamente golfo del Lago Maggiore, questo piccolo lago è uno dei più puliti d’Italia, da anni nelle sue acque è vietato l’uso delle imbarcazioni a motore: ciò ha fatto si che questo specchio d’acqua colore blu zaffiro venga considerato un paradiso per gli appassionati di sport acquatici. Sul lago si affaccia il comune di Mergozzo che si presenta come un borgo dalle case tipiche in pietra della Val d’Ossola addossate l’una all’altra, divisi da ripide strade che non di rado si trasformano in scalinate.

Lago di Mergozzo storia

La storia del Laghetto di Mergozzo si può definire come il lago che si staccò dal… lago.

Infatti con un perimetro di appena 6,2km, era in realtà una propaggine del Lago Maggiore, il Sinus Mergotianus, che si spingeva in mezzo ai monti.

Fu il fiume Toce, immissario del Lago Maggiore, ad abbassare il livello delle acque del lago, portando a valle ingenti quantità di materiali alluvionali. Il lavoro secolare della natura portò così, intorno al XIV secolo, al distacco di questo piccolo bacino che, pur restando collegato al Lago Maggiore attraverso un canale non navigabile, finì per costituire un lago a sé.

Nessuna imbarcazione a motore lo percorre, solo windsurf, canoe e piccole barche per la pesca sportiva: così il Lago di Mergozzo si è guadagnato la fama di uno dei laghi più tranquilli e più puliti d’Italia. Il cuore è il suo borgo, Mergozzo, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento della Bandiera Arancione del Touring, dato ai borghi più caratteristici e ospitali del nostro Paese.

Lago di Mergozzo spiagge

Con questa premessa, il piccolo lago Mergozzo è la soluzione ideale per una giornata in spiaggia. Nonostante le dimensioni ridotte, il lago di colore blu zaffiro vanta ben quattro spiaggette, tutte attrezzate, dove rilassarsi al sole durante la stagione estiva.

lago di mergozzo spiaggeLa spiaggia pubblica Lido Pilastri, nel cuore della località Quartina, a breve distanza dal centro, è costituita da un ampio prato ed è servita da un punto ristoro, servizi igienici e parcheggio. È l’unica in cui si può accedere anche con il proprio cane. È la spiaggia più frequentata di Mergozzo, adatta alle famiglie e ai ragazzi che possono giocare a beach volley nel campo apposito.

La spiaggia del Portaiolo, situata nella parte sud del bacino, verso il Lago Maggiore, ha accesso libero ed è anch’essa munita di WC, punto ristoro, parcheggio. Il suo lido è una fascia di terra a prato. Da questa spiaggia si effettuano immersioni nel lago, anche in notturna.

Sul lago si trovano altre spiagge: la Continental e La Quiete, tutte private e tutte allineate sulla sponda orientale del lago, sulla strada che da Mergozzo ridiscende verso Fondotoce. Sono di pertinenza degli omonimi campeggi munite di litorali sabbiosi e attrezzate con bar servizi e parcheggio. La Continental ha anche un’area pic nic.

La spiaggia Piccolo Lago, molto curata, è invece ad accesso riservato per i clienti del ristorante Piccolo Lago.

Cosa vedere nel comune di Mergozzo

A Mergozzo possiamo ammirare la chiesa romanica di Santa Marta del XII secolo, la Parrocchiale dell’Assunta del 1610, all’interno del quale è allestito un Antiquarium, e con un campanile romanico.

Con una passeggiata di circa un’ora raggiungiamo Montòrfano con i resti di una chiesa panoramica dei secoli V-Vi e la chiesa romanica di San Giovanni con un gruppo ligneo policromo raffigurante la Madonna con Bambino, conservato sull’altare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *