Parco naturale La Mandria, un luogo incantato tra querce e alberi secolari.

5 (100%) 1 vote

A pochi chilometri dalla Reggia di Venaria un luogo dove vivere la propria vacanza all’insegna del relax e del divertimento!

Il Parco naturale La Mandria si trova tra i comuni di Torino , di Venaria Reale, città sede dell’omonima reggia sabauda e dei comuni limitrofi. È stato istituito dalla regione Piemonte nel 1978 e fa parte dal 1997 dei siti ritenuti “Patrimonio dell’umanità” e tutelati dall’UNESCO.

Il Parco indissolubilmente legato alla storia dei Savoia, in quanto loro tenuta privata di caccia, fu fatto recintare a metà del’800 da Vittorio Emanuele II che fece costruire un lunghissimo muro in pietra di 30 Km, lungo tutto il suo perimetro, rendendolo il Parco recintato più grande d’Europa con i suoi circa 6.000 ettari di estensione.

Deve il suo nome all’allevamento di cavalli che lì fu creato per le scuderie reali, da Vittorio Amedeo II e nasce inizialmente come appendice della limitrofa reggia della Venaria Reale, godendo di fortune alterne e contendendosi lo scettro di residenza di svago preferita dai Savoia con la Palazzina di Caccia di Stupinigi, prima di svilupparsi ulteriormente e rifiorire grazie a Vittorio Emanuele II.

Cosa c’è da vedere al Parco regionale della Mandria?

borgo castello la mandriaNel parco vivono liberamente diverse specie di animali selvatici e al suo interno si trova il più significativo esempio di foresta planiziale della regione, con alberi come la farnia, un tipo di quercia oggi raro in Italia, il carpino bianco, il frassino, il tiglio, l’olmo e la rovere. È possibile osservare all’interno del parco, la straordinaria presenza di rapaci di ogni tipo, di cicogne nere, gru, aironi bianchi maggiori, chiurli e altri ancora. Nelle zone intorno ai bacini idrici invece, è possibile incontrare, durante la visita, falchi pescatori, tartarughe palustri, garzaie di aironi cenerini e morette.  Il suo passato di riserva venatoria ha lasciato un segno indelebile nella fauna del Parco, dato dalla presenza ancora oggi di molti ungulati, come i cervi, i daini e i cinghiali.

Oltre alle bellezze naturalistiche, considerevole è il patrimonio storico-architettonico presente, costituito da oltre 20 edifici tra cui il complesso del Borgo Castello della Mandria, numerose cascine, i resti di un ricetto medievale, una chiesa e due reposoir di caccia, tra cui il Castello dei Laghi.

All’interno de La Mandria storia, natura e paesaggio sono entità inscindibili e per questo motivo è di dovere una visita ad uno dei numerosi punti d’interesse che vi si trovano, il più importante dei quali, il Castello della Mandria con i suoi appartamenti Reali è anche sede di un interessante museo e di una ricca collezione di carrozze d’epoca. Per poter meglio indirizzare i visitatori e guidarli nella loro visita, sono presenti all’interno del parco due Punti informativi in prossimità degli ingressi principali.

Vi si può accedere attraverso vari ingressi, il principale dei quali si trova a Venaria Reale, poco distante dalla Reggia. Sempre molto frequentato, soprattutto dai torinesi, grandi e piccini, il Parco della Mandria rappresenta un’oasi di silenzio e natura a pochi km dal caos e dalla frenesia della città.

Attività da fare all’interno del Parco Regionale la Mandria

I suoi numerosi sentieri e percorsi di una lunghezza complessiva di 90 km, offrono l’opportunità di rilassanti passeggiate nel verde e di tranquille gite in bicicletta. All’interno del parco ci sono aree attrezzate per il pic-nic, punti di ristoro, cascine che offrono una buona cucina casalinga e punti di noleggio biciclette oltre a due centri didattici ed un centro studi. Vi è un’area attrezzata per il gioco dei bambini e la possibilità di compiere giri del parco in carrozza e fare passeggiate a cavallo.

Molto divertente ed amata, soprattutto dai più piccoli, l’escursione della durata di circa due ore a bordo di un trenino turistico che porta i visitatori alla scoperta del parco, della sua villa e dei laghi.

Numerose, inoltre, sono le attività organizzate durante tutto l’anno di educazione ambientale con numerosi laboratori didattici che si svolgono nelle cascine interne appositamente adibite, dove si tengono anche centri estivi per bambini e ragazzi che durante le vacanze vogliono trascorrere il loro tempo libero imparando a conoscere la natura e divertendosi all’aria aperta.

Diverse sono le iniziative organizzate se vuoi saperne di più, ti consiglio di dare un’occhiata al sito ufficiale anche in notturna nelle varie strutture, soprattutto nei mesi più caldi, come cene a tema, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche.

Insomma il Parco della Mandria a Venaria è un luogo da tenere in considerazione se si ha intenzione di fare una gita in Piemonte all’insegna della natura 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *