Santuario di Vicoforte in Piemonte, visita alla cupola ellittica fra le più grandi al mondo

5 (100%) 1 vote

A 6 km da Mondovì, in una piccola valle ai piedi di Vicoforte, sorge il Santuario Regina Montis Regalis, meta di pellegrinaggio per la venerata immagine della Madonna con Bambino.

Gioiello architettonico-urbanistico, il Santuario si fregia della più grande cupola ellittica del mondo.

Il simbolo del Santuario di Vicoforte è la sua cupola ellittica, fra le più grandi al mondo.

cupola del santuario di vicoforteLa cupola è stata progettata dall’architetto Francesco Gallo nella prima metà del Settecento, la cupola si staglia contro il cielo di Vicoforte.

L’interno del Santuario è costituito da un’unica navata centrale. Al suo interno si trova un tempietto in marmi policromi e dentro un pilone con l’immagine della Madonna. Si racconta, infatti, che nel 1592, un cacciatore colpì inavvertitamente l’immagine della Madonna con l’archibugio. Il suo turbamento fu tale che depose subito l’archibugio accanto alla Madonna e decise di risistemare il pilone.

L’episodio ebbe una tale suggestione nel popolo che diede vita alla costruzione di un vero e proprio Santuario.

La forma ellittica dell’impianto risale invece ad un concorso bandito dal devoto Carlo Emanuele I di Savoia.

Il disegno vincente che presentava un impianto ellittico fu poi scartato a favore dell’architetto ducale Ascanio Vitozzi. Quest’ultimo tuttavia, mantenne l’impianto ellittico proposto precedentemente. Si prefisse inoltre di realizzare un’opera maestosa in grado di celebrare, al tempo stesso, la devozione del popolo e la grandezza di Casa Savoia.

L’ambizioso progetto diede il via ad un iter lungo e laborioso. Il particolare la soluzione per la cupola restò irrisolta fino al 1708. In quest’anno venne dato l’incarico all’architetto e ingegnere Francesco Gallo.

Gallo progettò una cupola ellittica di dimensioni colossali: 74 metri di altezza per un diametro di 36 metri.

I lavori, tuttavia, iniziarono solo nel 1729 e il Santuario restò ancora incompiuto. Nel 1829 fu realizzata la facciata principale su disegno di Ferdinando Bonsignore. Nel 1883 furono infine innalzati i campanili.

Visita al Santuario di Vicoforte

E’ possibile scoprire le bellezze e le vicende del Santuario di Vicoforte, lungo un percorso appositamente messo in sicurezza, che interessa locali mai aperti al pubblico, potrai percorrere gli antichi camminamenti riservati alle maestranze e raggiungere la sommità dell’edificio godendo di un panorama mozzafiato dall’alto del cupolino a 75 metri di altezza.
Questa gita emozionante, dove potrai conoscere gradino dopo gradino, gli aspetti architettonici, storici, artistici e le sofisticate tecnologie che oggi consentono il costante monitoraggio di questo eccezionale monumento d’arte e di fede del Piemonte.
Prima di raggiungere il Santuario di Vicoforte assicurati di poter effettuare la visita guidata nel giorno e nell’orario che desideri.
L’affluenza dei visitatori è sempre molto alto e quindi diventa difficile accontentare tutte le richieste, senza lasciare insoddisfatto nessuno.

Per questo motivo ti consigliamo di acquistare il tuo biglietto online dal sito ufficiale oppure di effettuare una prenotazione chiamando la segreteria organizzativa ai numeri 331/8490075 – 0171/690217.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *