Torino Sotterranea un viaggio alla scoperta di storia, misteri e segreti

5 (100%) 4 votes

Torino alla luce del giorno è senza dubbio una città che offre tante attrazioni e bellezze da vedere e visitare tra importanti musei, chiese, piazze, giardini e molto altro ancora, ma alla città di sopra dove tutto si muove, si contrappone quella di sotto, silenziosa e a tratti inquietante. “La Torino sotterranea“.

Gallerie, cunicoli, rifugi antiaerei… centinaia di persone visitano, ogni settimana, una Torino che non conosce smog né traffico, una città denominata del “piano di sotto” che tante volte ha salvato e dato rifugio, nella storia, agli abitanti di Torino. E’ un viaggio emozionante “al centro della terra” che unisce misteri, leggenda e segreti. La storia è quella triste dell’assedio di Torino del 1706, delle strategie militari a 14 metri sottoterra e del gesto con il quale Pietro Micca salvò Torino.

La storia di Torino Sotteranea

La Cittadella di Torino è stata il simbolo della resistenza del ducato di Savoia.
Il duca Emanuele Filiberto, detto “testa di ferro”, ha voluto equipaggiare la città con un bastione di difesa. La costruzione iniziò nel 1564, ma finì soltanto 13 anni dopo, anche perchè il progetto fu ingrandito e furono costruite ulteriori fortificazioni anche all’esterno.
La cittadella aveva una pianta ottagonale, con bastioni ai vertici e un pozzo al centro per garantire la presenza d’acqua durante gli assedi. Era circondata inoltre da un ampio fossato asciutto. Ma la parte più ingegnosa era invisibile: nel sottosuolo si diramava un labirinto di gallerie che si estendeva anche al di fuori delle mura.
C’erano tunnel che attraversavano tutta la cittadella chiamati Capitali, distinti tra Capitali alte e Capitali basse perchè si sovrapponevano fra loro su due livelli di profondità. Una galleria all’esterno del fossato univa tutte le capitali alte tra loro. C’erano inoltre cunicoli e gallerie secondarie e piccoli tratti di tunnel utilizzati per raggiungere i “fornelli” (passaggi di contromina).

Vittorio Amedeo II, durante l’inverno tra il 1705 e il 1706, fece rafforzare le difese esterne alle mura facendo scavare da provetti minatori un complesso di gallerie. Così il labirinto di cuniculi sotto la cittadella di Torino raggiunse la lunghezza di 14 chilometri e quello esterno di 7 chilometri, garantendo alla città di Torino la capacità di difendersi grazie a mine nascoste sotto le truppe nemiche che in superficie assediavano la città.

Torino sotterranea visita guidata

Se quest’idea vi tenta e avete voglia di scoprire cosa c’è al “piano di sotto” del capoluogo piemontese, compiendo un viaggio tra misteri e segreti, vi proponiamo il Tour Torino Sotterranea per conoscere la città da una prospettiva nuova ed inedita, quella che si trova sotto le strade, le piazze ed i tanti luoghi affascinanti di questa millenaria città del Piemonte.

I tour organizzati  della città sotterranea  vi porteranno fino a 15 metri di profondità dove potrete camminare nelle antiche chiese paleocristiane, con tombe ancora visibili oggi. Avrete la possibilità di ammirare un mosaico bellissimo ed antichissimo, raffigurante la ruota di fortuna, simbolo eterno della vita umana.

Potrete vedere anche le ghiacciaie sotto il Centro Palatino, depositi di ghiaccio proprio sotto il più antico e grande mercato di Torino. Sotto la Chiesa della Consolata avrete la possibilità di visitare un incredibile sepolcreto che accoglie lapidi e testimonianze dal medioevo in poi.
Sentirete raccontare dalla guida di quanto Torino deve alla sua “gemella” sotterranea: vi narreranno del gesto e del sacrificio con cui Pietro Micca salvò Torino e del rifugio antiaereo che  ha aiutato a salvaguardare migliaia di vite durante la seconda guerra mondiale.
 In questo tour incontrerete il volto misterioso di Torino: visitando gli infernotti di palazzi barocchi la cui storia si mescola alla cronaca gialla.
Molte leggende narrano che  durante le visite della Torino sotterranea, ci siano presenze eteree che girano nelle gallerie insieme ai turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *