Un viaggio imperdibile con il trenino panoramico delle Centovalli

5 (100%) 1 vote

E’ senza dubbio un viaggio imperdibile tra le meraviglie del Piemonte  la partenza è da Domodossola, cittadina Ossolana con un’antica piazza del mercato, il centro storico medievale e le caratteristiche case in pietra,  per un viaggio in un paesaggio alpino attraverso l’italiana Valle Vigezzo e la svizzera Centovalli.

Trenino delle Centovalli percorso

La ferrovia delle Centovalli è un percorso panoramico caratteristico, sia per il suo panorama, sia per la particolarità dei binari stessi, perché hanno una misura inferiore rispetto a quella ordinaria, utili per progettare curve con raggio inferiore allo standard, adatti quindi ai territori montani.

La particolare ferrovia del trenino blu collega la città italiana di Domodossola a quella svizzera di Locarno, passando per la Val Vigezzo in suolo italiano e le Centovalli, in suolo svizzero, nel Canton Ticino.

Trenino delle Centovalli lago Maggiore storia

trenino delle centovalliQuesta ferrovia denominata delle Centovalli è nata dal bisogno delle popolazioni del luogo di avere un collegamento tra le valli alpine e gli impervi territori montani; essa percorre in meno di due ore, poco più di 50 chilometri, passando su 83 ponti e 31 gallerie, tuffandosi letteralmente nella natura, attraversando folti boschi di faggio e castagni, pendii dalle fiancate seghettate e ampie verdi vallate, seguendo il corso di torrenti d’acqua pura, transitando accanto a cascate di indicibile bellezza.

Trenino Centovalli Domodossola miglior itinerario

Per esperienza personale il miglior modo di godere di questa gita è quello di lasciare l’auto ad Arona e prendere il treno regionale fino a Domodossola.

Una volta arrivati a Domodossola potrete fare il biglietto di sola andata per il treno panoramico delle Centovalli così avrete la possibilità di una sosta lungo il tragitto per assaggi enogastronomici e una visita ai borghi più affascinanti.

Una volta arrivati a Locarno potrete godere di tutta la bellezza della città per poi rientrare attraversando tutto il Lago Maggiore fino ad arrivare ad Arona e recuperare la vostra autovettura!

Treno delle Centovalli cosa vedere

Da quest’ anno è stato deciso di ampliare l’offerta, mettendo a disposizione nuove tipologie di biglietti.

I nuovi biglietti “Vigezzina no limits” ti danno la possibilità di percorrere la tratta da Domodossola a Re, ultimo paese della valle dei pittori (così chiamata per aver ispirato grandi artisti del passato).

Oppure si può fare la tratta vigezzina da Orcesco a Re, consentendo ai viaggiatori di salire e scendere dal treno senza limiti nel periodo di validità, corrispondente a uno o due giorni.

Questa novità permette di andare alla scoperta di splendide località, come Santa Maria Maggiore in Val Vigezzo, dove hanno sede il noto Museo dello Spazzacamino e l’ultima Scuola di Belle Arti delle Alpi; il piccolo e caratteristico comune di Druogno; l’affascinante centro storico di Manesco o il famoso Santuario di Re.

È stata riaperta il 20 marzo la stagione del “Lago Maggiore Express”, una proposta di viaggio che permette al turista di visitare, in giornata, il Lago Maggiore passando per le isole Borromee, i castelli di Cannero, le isole di Brissago, e per le eleganti cittadine di Stresa, Arona e Locarno, mediante battello, e le Centovalli, attraverso il caratteristico treno.

Per informazioni sugli orari e sul costo del biglietto puoi visitare direttamente il sito ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *