Un viaggio nel medioevo visitando il Castello di Montalto Dora

Rate this post

Il Castello di Montalto Dora che si trova vicino ad Ivrea è un’antica fortezza del Canavese, situata lungo la Via Francigena che per secoli ha visto il passaggio di pellegrini da Canterbury a Roma .

Castello di Montalto Dora storia

Il castello di Montalto Dora, facente parte del Borgo, che risale all’epoca romana, si presenta come una fortezza-sentinella sul Monte Crovero in posizione dominante sul parco dei cinque laghi di Ivrea, sul profilo della Serra morenica.

Le prime attestazioni dell’esistenza di questo castello risalgono al medioevo; infatti in un documento viene menzionato per la prima volta il «castrum montsalti», e si sottolinea che è affidato alla giurisdizione del vescovo di Ivrea.

La fortezza gode di una posizione strategica militare estremamente importante per la sorveglianza dell’accesso alla Valle d’Aosta, e pertanto nel 1313 passa tra i possedimenti dei Savoia e diventa un punto di riferimento per la strategia espansionistica della casata.A questo periodo risalgono anche una serie di interventi che ne delineano la conformazione architettonica attuale: viene costruito il mastio e sono rafforzate le mura con una serie di opere difensive.

Nel 1403 il castello viene infeudato ai De Jordano di Bard che proseguono gli interventi di ampliamento della fortezza, tra cui la costruzione della torre Chiaverana, della cappella e del campanile.
Il castello nel corso della sua storia subisce numerosi attacchi e assalti di cui il più devastante risale al 1641: ne viene completamente smantellato al proprio interno.

Fino all’Ottocento la fortezza è di proprietà della famiglia Vallesa, per poi passare al conte Severino dei Baroni di Casana, il quale avvia una campagna di restauri atti al recupero delle strutture architettoniche.

 

Il Castello di Montalto Dora oggi

Negli ultimi anni il Castello, di proprietà privata, è stato oggetto di un lungo e attento restauro. Le aperture straordinarie stabilite nell’estate 2017 invitano così a un percorso a ritroso nel tempo, tra presenze medievali e suggestioni gotiche. Un’occasione rara per visitare gratis il castello, che normalmente è visitabile su prenotazione o che può essere affittato per eventi, matrimoni, feste o anche per riprese televisive e cinematografiche: nel 2006 fu scelto come location per la fiction RAI “La Freccia Nera”, girata anche ad Agliè, ed è stato il set anche del film “Dracula 3D” di Dario Argento.

Vicino al Castello, è visitabile nella stessa giornata anche il Parco Archeologico del Lago Pistono sulle rive del lago omonimo, immerso in un bosco planiziale e caratterizzato dalle famose terre ballerine. Il Parco è stato istituito nel marzo 2017, dopo 14 anni di scavi e reperimenti archeologici iniziati nel 2003 che hanno permesso di scoprire che qui, in pieno anfiteatro morenico di Ivrea, si trovavano insediamenti preistorici, con impianti di palafitte nei laghi risalenti al Neolitico Medio, tra 4900 e 4500 a.C.

Visitando il Castello di Montalto Dora, il Parco Archeologico propone ricostruzioni a scala reale delle strutture neolitiche con possibilità di conoscere e maneggiare gli antichi utensili e vedere i reperti scoperti durante gli scavi archeologici, custoditi nello Spazio Espositivo per l’Archeologia del Lago Pistono presso il municipio di Montalto Dora.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *