Un viaggio nella panoramica Zegna, un ‘oasi naturale a pochi passi da Biella

5 (100%) 2 votes

L‘oasi Zegna è senza dubbio uno dei luoghi da non perdere se sei di passaggio a Biella.

mappa panoramica zegnaA partire dagli anni ’30 Ermenegildo Zegna  noto a tutti come straordinario imprenditore nel campo del tessile e della moda, fu anche un attento osservatore della realtà legata al suo territorio di origine, nella zona del Biellese. Finanziò la strada panoramica che collega Trivero ad Andrate, nel Canavese e, grazie alla sua sensibilità e all’ amore per la natura decise di realizzare una montagna per tutti. Trasformò infatti la montagna triverese in un armonioso giardino, promuovendo la piantumazione di mezzo milione di conifere e molte centinaia di rododendri e ortensie. Successivamente il gruppo Zegna, nell’intento di proseguire l’opera del fondatore con lo stesso amore nei confronti della sua terra natale, ha creato l’Oasi Zegna, un parco in cui possiamo trovare molti itinerari naturalistici, segnalati e attrezzati con pannelli didattici e con tavole di orientamento.

Questo parco naturale a due passi da Biella offre ai visitatori una concreta possibilità di dialogo con la natura!

Cerchiamo di scoprire tutto lo splendore della panoramica Zegna.

oasi zegnaDevi sapere che l’Oasi Zegna si sviluppa intorno alla strada Panoramica che parte da Trivero, in tre aree ciascuna con particolari caratteristiche ambientali:

La strada dei rododendri: nel periodo tra la metà di maggio e la metà di giugno, lungo i primi tornanti della strada Panoramica Zegna, si assiste alla spettacolare fioritura di centinaia di rododendri, racchiusi nella cosiddetta “Conca dei Rododendri”,  un’altro posto incantevole dove ammirare i rododendri fioriti è senza dubbio nel parco naturale della Burcina a pochi Km da Biella.

La strada delle Bocchette: si trova nella parte più ad alta quota della Panoramica Zegna, al cui centro si trova Bielmonte, cuore dell’Oasi Zegna. Con il termine “Bocchetta” si definiscono gli avvallamenti che fungevano da passaggio per gli alpigiani durante la transumanza per entrare nell’alta Valsessera, la zona più selvaggia e incontaminata dell’Oasi Zegna ricca di pascoli.

La strada della sienite: è la parte bassa montana che si affaccia sul Torrente Cervo e prende il nome dalla caratteristica roccia magmatica formatasi oltre 30 milioni di anni fa, lavorata tutt’oggi dagli artigiani locali. Ricca di valenze geologiche e di borghi ancora intatti, questa zona offre uno spaccato genuino della vita di media montagna.

Cosa fare nell’Oasi di Zegna?

La particolare conformazione naturale del parco dell’Oasi Zegna e la notevole dotazione di infrastrutture realizzate fin dall’inizio della costruzione della Panoramica, permettono una serie di attività sportive perfettamente compatibili con l’ambiente.

Tra le attività più praticate sicuramente troviamo il trekking, molto noto è il percorso “Oasi Zegna bosco del sorriso”  un luogo davvero magico. Percorrere questo cammino esperienziale tra abeti, faggi e le betulle, avvolti da odori e suoni della natura incontaminata dell’Alta Val Sessera, ti aiuterà a ritrovare armonia e benessere interiore.
Il tragitto a forma di anello, che parte dal Bocchetto Sessera si estende per circa 5 km. E’ facile e per tutti; all’inizio del percorso è possibile ritirare la chiave dell’Eremo di Maria, un luogo contemplativo che si trova lungo il cammino.
Visitare il Bosco del Sorriso è un’esperienza unica anche per i bambini che di sicuro non dimenticheranno, lungo il tragitto troveranno tre suggestive aree di sosta allestite con sedute in pietra e grandi libri in legno di cedro profumato, sui quali si possono leggere le Favole del Bosco inspirate alla filosofia steineriana e ai tre alberi più diffusi in quei luoghi.

Oltre al trekking,  lungo il territorio della panoramica Zegna particolarmente significativa è l’attività di mountain bike, grazie ai numerosi sentieri che entrano nel selvaggio territorio dell’Alta Valsessera, sono migliaia gli appassionati che ogni anno arrivano per destreggiarsi lungo questi sentieri.
Per gli amanti degli sport più estremi grazie alle inesauribili correnti che salgono dalla pianura vengono molto praticati gli sports d’aria: parapendio e deltaplano su tutti; è possibile inoltre praticare il trekking a cavallo, l’arrampicata sportiva in alcune palestre naturali.

A Bielmonte, cuore dell’Oasi Zegna, una divertente pista di bob estivo scende lungo il pendio e in inverno invece si può sciare grazie ai suoi 18 i Km di piste, tutte con innevamento programmato, 5 seggiovie, 2 skilift e 2 tapis roulant, dislocati su più versanti che accompagnano gli sciatori su diverse tipologie di piste, dalle più facili ed adatte a principianti e famiglie, alle nere per gli sciatori più esperti fino ad arrivare a straordinari fuori pista. Puoi trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Come hai potuto capire questa è sicuramente una metà da programmare se hai intenzione di visitare Biella 😉

Un pensiero riguardo “Un viaggio nella panoramica Zegna, un ‘oasi naturale a pochi passi da Biella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *