Villa Melano tra storia e leggenda! Si tratta di una bufala o della verità?

Rate this post

All’ombra del castello medievale di Rivoli, cittadina in provincia di Torino , si trova un edificio misterioso dal nome di  Villa Melano!

La storia vera della Villa Melano barra che è stata costruita inizialmente per svolgere la funzione di monastero di frati Cappuccini, edificata i primi anni del 600… Dopo la soppressione conventuale decretata nel 1805 dal governo napoleonico, la villa fu acquisita da diverse famiglie nobili, fino ad arrivare alla seconda meta del ‘800 durante il quale essa divenne di proprietà della famiglia Melano…

Villa Melano leggenda

Circolano parecchie storie su questa casa, versioni su cosa sia realmente successo tra le sue mura.

Si racconta… Che la figlia dei Melano una 14 enne, è promessa in sposa ad un nobile che non ha mai neanche visto…

Ma lei è contraria a tutto ciò… vuole vivere la sua vita e decidere per se… e poi il suo cuore è già destinato ad un’altra persona…

Il giovane inserviente della casa,poco più grande di lei,la aspetta tutte le notti nel boschetto adiacente la villa…

La loro storia prosegue per alcuni mesi,sono innamoratissimi, finchè lei non scopre di essere incinta

La sua famiglia lo scopre ma non sa chi sia il padre di questo bambino… il neonato nasce sano e, viene cresciuto dalla famiglia di lei, ben nascosto tra le mura della villa

Nel frattempo lei a malincuore è costretta a sposare questo nobile e, a trasferirsi nella sua casa… del padre del bambino non si sa più molto dopo la nascita del figlio, ma si suppone che abbia continuato a prestare servizio a villa Melano per tenere d’occhio il bambino…

Gli anni passano, il bambino ha 7 anni circa, troppo grande ormai per essere tenuto nascosto… La famiglia pensa di darlo in adozione, ma il rischio di voci nel paese è troppo alto…

E allora decidono di sbarazzarsi del piccolo impiccandolo nella torre della villa, e abbandonando poi il corpicino appeso al cappio

Passa del tempo, l’inserviente viene allontanato dalla casa… la ragazza, ormai 21enne, fa ritorno alla casa dei genitori per una visita e non vista, sale nella cappella dove trova il corpo di suo figlio…

Impazzisce di dolore e si lancia dalla finestra della torre il padre del bambino, che nonostante fosse stato allontanato dalla villa viveva in una piccola casetta vicino al boschetto, sente le urla della ragazza e si precipita nella torre, dove trova il suo grande amore morto insieme al loro bambino…

La storia si conclude così, da quel momento si perdono le tracce della storia dei Melano… ma alcune voci in paese raccontano di un inserviente che per motivi sconosciuti sterminò tutta la famiglia.

Questo spiegherebbe il motivo per cui si perse ogni traccia della famiglia… non si sa se la ragazza abbia avuto figli da questo nobile… Praticamente non si sa più nulla dopo quel giorno…

Villa Melano e le messe nere

Altre leggende, più recenti, si parla del ‘900, vedono la misteriosa villa, come luogo di messe nere e sacrifici satanici. Proprio per questa credenza, l’abitazione è stata rinominata “Casa del Diavolo”.
Sulle pareti delle stanze, ci sono misteriosi disegni che testimonierebbero tali dicerie.
Alcuni gruppi di ricercatori, o semplicemente curiosi, hanno visitato la struttura, e hanno testimoniato di come l’interno sia buio, con una pianta complicata, su più piani. Hanno testimoniato inoltre che, a volte, si intravedano ombre e sagome misteriose, ma probabilmente frutto di suggestione.
Villa Melano non è solamente un luogo oscuro, dall’aspetto tetro e inquietante, ma è anche enorme. Sono molti infatti i Rivolesi che sostengono di essere a conoscenza dell’esistenza di numerosi cunicoli sotterranei all’interno della villa. In paese gira voce che addirittura uno di questi colleghi l’abitazione con un misterioso passaggio sotterraneo nei pressi di Piazza Statuto a Torino, o addirittura, fino alla Basilica di Superga.

Probabilmente si tratta soltanto di curiose leggende che nel corso degli anni hanno contribuito ad implementare l’alone di mistero che avvolge la villa, ma può essere che ci sia qualcosa di vero dietro a queste storie. Da qualche anno la villa è però in fase di ristrutturazione, dunque si dice che i presunti cunicoli siano stati murati. E’ in progetto la costruzione di un lussuoso hotel. Ciò ha posto fine alle “esplorazioni”da parte dei curiosi all’interno della villa, e di certo con l’abbattimento dell’abitazione per far posto al nuovo albergo, se ne andrà uno dei più inquietanti luoghi della provincia di Torino, che per i Rivolesi, nel corso degli anni, è stato quasi un’attrazione capace di incuriosire turisti e abitanti del luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *