Visita al Parco di Villa Pallavicino a Stresa, un’esperienza unica tra flora e fauna

5 (100%) 1 vote

Non si può organizzare un viaggio in Piemonte senza inserire come metà il lago Maggiore e di conseguenza non si può fare una gita al lago Maggiore senza mettere in programma  una visita al Parco della Villa Pallavicino!

Il Parco della Villa Pallavicino si trova a Stresa e circonda l’omonima Villa ottocentesca in stile neoclassico situata su una collina che si protende sul Lago Maggiore. L’incantevole panorama fa da cornice allo splendido giardino che in primavera, con le fioriture, si mostra in tutto il suo splendore.
Villa Pallavicino entra a far parte del circuito turistico Borromeo che sul Lago Maggiore vanta l’Isola Bella, l’Isola Madre, la Rocca di Angera, i Castelli di Cannero e buona parte del Mottarone.

Villa Pallavicino Stresa storia

Villa Pallavicino fu costruita nella seconda metà dell’Ottocento secondo i canoni artistici e paesaggistici del tempo; nell’intento di preservare la spontaneità dell’ambiente naturale, la villa fu circondata da un grande giardino stile inglese, esteso per oltre 15 ettari, dove ancora oggi si alternano prati, arbusti e zone ricche di grandi alberi.

Gli odierni proprietari, i marchesi Pallavicino, acquistarono la proprietà nel 1862 arricchendola di serre e viali che oggi si estendono per circa sette chilometri, fornendo un’esperienza unica tra flora e fauna!

parco villa pallavicino stresaI fiori con i loro sgargianti colori sono l’elemento più appariscente del paesaggio, ma la vera meraviglia sono gli alberi: i secolari castani e liriodendri (forse tra i più antichi in Italia), i faggi rossi, gli aceri, i larici, i maestosi ginko biloba, le altissime sequoie, i platani e le profumatissime magnolie.

Vera e propria attrazione è il grandioso cedro del Libano posto nell’anfiteatro naturale di fronte alla villa. Agli amanti dei fiori è dedicata la zona più pianeggiante e soleggiata del parco, il viale delle serre: una vera festa di colori e profumi. La grande serra ospita piante esotiche e ornamentali, mentre le aiuole sono un’esplosione di rose, azalee, rododendri, narcisi, magnolie e glicini. Tra i fiori emergono gli specchi d’acqua delle fontane e dei laghetti nelle cui acque nuota regale il cigno nero.

Nei dintorni si possono ammirare fenicotteri, cicogne e anatroccoli in semilibertà.

Il parco di Villa Pallavicino non è un vero e proprio zoo poichè la presenza degli animali è quasi naturale: essi si aggirano tra i boschi e corrono nei prati: i visitatori possono avvicinare i lama, le caprette tibetane e i daini. Nei pressi della romantica cascina Filippina regali pavoni, liberi nei prati, si lasciano ammirare con le loro magnifiche code. Non mancano animali insoliti per queste latitudini quali il canguro, la lontra, la zebra, l’alpaka e, tra i volatili, il calao e i pappagalli.

Esiste anche un’area dedicata ai bambini con parco giochi, scivoli e altalene.

Dal 2006 il Parco della Villa Pallavicino è sede del Centro di Recupero della Fauna Selvatica, per la cura e il reinserimento in natura degli animali selvatici feriti o malati.



Booking.com

Villa Pallavicino orari e prezzi

E’possibile visitare il Parco della Villa Pallavicino a Stresa tutto l’anno tutti i giorni dalle 9 alle 17.30 (ultimo ingresso).

Ingresso: adulti 9,50 euro, ragazzi (6-15 anni) 6,50 euro.
Speciale Famiglie: 2 biglietti adulto + 2 biglietti ragazzo 25 euro. Il secondo biglietto ragazzo è gratuito.

A disposizione del pubblico la caffetteria e il giftshop.

Per ulteriori informazioni e prenotazione visite, è possibile consultare il sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *